Seguici su icona facebook

Cagnano Varano

Cagnano Varano vista dal basso con treno che sta passando

 

Cagnano Varano è un comune della provincia di Foggia di circa 8000 abitanti anch’esso facente parte del parco nazionale del gargano.

Come la maggior parte dei paesi di queste zone, sorgono su terreni brulli, sassosi e dalla vegetazione boschiva molto fitta.
L’isola di Varano divide il Mare Adriatico dal lago, ed è proprio su questa striscia di terra che sorgono la maggior parte degli stabilimenti balneari e strutture ricettive della zona.

Il punto più alto del territorio di Cagnano Varano è Coppa Ferrata che è la cima del monte Lo Sfrizzo che si trova a circa 900 m slm. La natura carsica del territorio crea molte cave, rocce e inghiottitoi. La grotta più nota è quella di San Michele che da secoli è adibita a luogo di culto.

Da Capojale a foce Varano, troviamo la spiaggia dell’isola di Varano, la stessa spiaggia sulla quale nel 2009 si arenarono sette capodogli che ad oggi sono stati rimossi dalla spiaggia ma giacciono in stato di putrefazione in una zona isolata dal centro abitato.

 

STORIA:

Le sue origini si fanno risalire all’antica Uria. Nel medioevo subì la dominazione Sveva e Angioina e durate questo periodo dipendeva da Monte Sant’Angelo.
Con l’unità d’Italia Cagnano divenne un comune ed è proprio in questo periodo storico che si verificarono violenti scontri a causa di problemi economici e sociali che si risolsero solo dopo molto tempo.

Durante la seconda guerra mondiale il lago della cittadina divenne base di appoggio per sommergibili ed idrovolanti. Ad oggi nulla è rimasto preservato di questi usi.

La storia di Cagnano è molto turbolenta poiché nel tempo passo di mano in mano subendo cambiamenti e soprusi molto duri ed è per questa ragione che la sua storia è molto discontinua e difficilmente narrabile.

 

DA VISITARE:

Grotta di San Michele

Risalente al Paleolitico, la grotta di San Michele, meno nota della omonima grotta di Monte Sant’Angelo, dista 3 km dal centro cittadino. Prima di essere consacrata venne abitata ed in seguito divenne luogo di culti pagani.
La leggenda vuole che l’Arcangelo Michele sceso dal cielo entrò in questa grotta con il suo cavallo seguito da un toro che volle imitarli ma che a causa delle grandi corna e dell’ingresso angusto della grotta, vi rimase incastrato.

Il padrone del toro trovato l’animale incastrato lo liberò e subito venne abbagliato dalla luce dell’Arcangelo che stremato per la lunga permanenza nella grotta si diresse verso la campagna dove nel punto in cui posò le mani per riposarsi, affiorò una sorgente d’acqua che lo dissetò. Dopo questa vicenda, si dice che il Santo viaggiò in lungo ed il largo per il gargano fino a quando non giunse a Monte Sant’Angelo dove si fermò.

All’interno della grotta troviamo altari e affreschi che testimoniano la presenza dell’uomo, ma anche stalattiti e muschio che ci ricordano la sua natura. Una particolarità della grotta è la presenza di una cavità carsica che raccoglie le acque dello stillicidio. Questa "sorgente" è dedicata a Santa Lucia poiché pare che queste acque abbiano proprietà curative per la vista.

La grotta è visitabile tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 9 alle 18 durante l’ora legale.

 

Convento dei padri riformati francescani

Costruito nel 1724 poco fuori dall’allora cittadina, oggi invece in pieno centro abitato, il convento è in stato di totale degrado ed abbandono ragione per cui questa bellezza architettonica che varrebbe veramente la pena di visitare, non è visitabile né tanto meno avvicinabile.

 

Chiesa Santa Maria della Pietà

Edificata nel XVI secolo e consacrata nel 1676, questa Chiesa è uno dei luoghi di culto maggiormente visitati e frequentati da turisti e cittadini di Cagnano. 

La storia racconta che divenne luogo di culto già nel 1300 circa, anche se la consacrazione avvenne qualche decennio dopo. La Chiesa è in stile barocco per alcuni elementi, ma certamente in stile neoclassico con stucchi e decorazioni degni di nota. Di particolare importanza è una orchestra fisarmonica posta dietro l’altare e un coro ligneo che si fa risalire al 1783.

La Chiesa è visitabile tutti i giorni essendo adibita a cerimonie cristiane, negli orari delle sacre funzioni.

 

Chiesa Madonna del Loreto

Situata nel centro cittadino di Varano, si tratta di una Chiesa rurale risalente al XVI secolo ed era considerata la chiesa dei pescatori, poiché situata sulla strada antica che collegava Cagnano al lago di Varano. 

Fino a qualche anno fa era meta dei cagnanesi nel giorno di Pasquetta, oggi è in fase di restauro la zona che accoglie la Chiesa per darle maggiore visibilità e vivibilità.

 

Palazzo Baronale

Antica fortezza normanna risalente al XVI secolo, è posta in piano centro cittadino nella parte più alta per ovvie ragioni difensive. Per lungo tempo fu sede della segreteria comunale e del carcere ed anche della prefettura. Oggi purtroppo versa in condizioni di grande degrado.

 

Palazzo del Monte

È uno dei palazzi più antichi della cittadina. Risale anch’esso al XVI secolo ed anche esso è collocato in centro cittadino. Anche questo edificio divenne sede della prefettura per breve tempo, oltre che dimora della famiglia Monte ed in seguito una famiglia di medici del nord.

La caratteristica principale di questo palazzo è l’edicola dedicata a San Michele Arcangelo.

 

Idroscalo Ivo Monti

Oggi è sede dell’idrosoccorso, un tempo era una rinomata base militare per gli idrovolanti, sia durante la seconda guerra mondiale che durante la prima.

 

Agere in coppa Castedd

Struttura nata nell’età del bronzo a scopo difensivo, si tratta di una imponente struttura di muri a secco in contrada puzzone. 

Oggi è visitabile solo esternamente.

 

Grotta di Tommasone

Si tratta di due cavità di medie dimensioni con grosse pietre all’interno e incisioni lineari sui muri laterali che è possibile far risalire al periodo epigravettiamo poiché hanno una famigliarità con i segni trovati in grotte simili nel territorio di Vieste, Apricena, ma anche Liguria e Sicilia.

 

I Pannoni

Sono grotte artificiali scavate nel tufo risalenti all’alto Medioevo adibite ad abitazioni e poi a luoghi di sepoltura e solo in seguito come deposito per pescatori. I tufi etratti da queste cavità, finivano sulle rive del lago di Varano ed utilizzati per l’edilizia del tempo.

 

Lago di Varano

È il più grande lago costiero dell’Italia meridionale, ricco di flora e fauna. Nel mezzo del lago troviamo l’isola di Varano, riserva naturale dal 1977, ricca di macchia mediterranea, si estende per 145 ettari.
L’isola è visitabile con una guida.

 

ALTRO:

Associazioni culturali

A Cagnano sono presenti diverse associazioni culturali.
Per esempio l’associazione giovanile Schiamazzi, si occupa di promuovere il territorio redigendo mensilmente un giornalino ed organizzaond ogni anno il Cagnano Living Festival.
L’associazione Isola Capojale, si occupa invece del recupero ambientale e della salvaguardia e valorizzazione del lago di Varano.

Economia

La cittadina vive prevalentemente di agricoltura e pastorizia, ma anche pesca legata al lago.
Come tutte le zone del gargano, anche qui si coltivano con successo e devozione gli ulivi, noto infatti è l’olio di questa zona più volte vincitore di premi e riconoscimenti per la sue caratteristiche organolettiche influenzate dal lago.
Cagnano è inoltre tra i primi produttori europei di cozze, senza dimenticare l’allevamento di capitoni, spigole e anguille.
Nel 2009 vennero inoltre riconosciute a Cagnano, due varietà autoctone di vongole dando il via alla loro commercializzazione esclusiva.

Strade e collegamenti

Cagnano dispone di collegamenti stradali ed autostradali molto agili per via della sua posizione interna al gargano che non la espongono alla moltitudine di curve e tornanti dei paesi della zona costiera.
Uscendo infatti dall’autostrada A14 a Poggio Imperiale, percorrendo la SS 89, si raggiunge in circa 30 minuti la cittadina garganica.
Anche la ferrovia è di agevole utilizzo, infatti la stazione è situata a 300 metri dal centro del paese.
Il porto di Capojale invece è adibito prevalentemente al commercio marittimo, per cui vi sono ormeggiati prevalentemente pescherecci.

 

INFORMAZIONI UTILI

Pronto soccorso
Via Dante Alighieri
08848127


Comando Carabinieri
Via Salvo D’acquisto
08848110


Corpo Forestale
Via Dante Alighieri
0884853001


Comune di Cagnano Varano
Centralino telefonico: 0884853281 - 0884854284
Sindaco: 08848463


Polizia Municipale
Via Aldo Moro 1
08848477


Farmacie

Farmacia Siniscalchi Raffaele
Corso Giannone, 66
08848204
Farmacia Trifarma
Corso Giannone, 145
08848138

Cagnano Varano
Cagnano Varano
Cagnano Varano
Cagnano Varano


Punto di partenza: Calcolo percorso >> Mostra Street View
Altro in questa categoria: « Carpino Vico del Gargano »
spazio disponibile
Spazio disponibile
Spazio disponibile
icona foto gallery Archivio Fotografico >>
icona icona
InGargano ©2017 - Via Milano 5, 71019 Vieste - Email: info@ingargano.com - Tel: 0884 702438 Mobile: 338 9815523 | P.iva: 03480430713 | Cookie Policy logo Wainet Web Agency - Sviluppo Siti Portali Web e App
Sviluppato da logo Wainet Web Agency - Sviluppo Siti Portali Web e App